Legge di bilancio 2017: Introduzione in Italia dei Piani Individuali di Risparmio (PIR)

La legge di Bilancio 2017 introduce i piani individuali di risparmio (PIR), strumenti di risparmio, orientati ad un orizzonte temporale di medio-lungo periodo e agevolati dal punto di vista fiscale. Nella strategia del Governo c’è la volontà di canalizzare il risparmio privato a sostegno della crescita economica delle piccole medie imprese (PMI).

In tale prospettiva i PIR, nel sistema previdenziale attuale, potrebbero rappresentare il quarto pilastro accanto alla previdenza complemenatare, assolvendo al ruolo intermedio tra la gestione di liquidità e la previdenza in senso stretto.

Invitiamo la lettura a margine per la presentazione sintetica dei PIR.

Contattaci per saperne di più!

 

Vediamo ora nel dettaglio


 

 

Ricordiamo che i PIR sono sottoscrivibili con Piano di Accumolo. In questo caso, si consiglia lettura di precedente articolo: Come far fruttare al meglio il proprio denaro: i piani di Accumulo del Capitale (PAC).

Conclusioni

Possiamo affermare con certezza che i PIR rappresentano oggi un ottima soluzione di investimento a medio-lungo termine sia per quanto riguarda l'agevolazione fiscale sia per il percorso di investimento intrapreso. Come si può vedere dal grafico sottostante le PMI (STAR,MID Cap) hanno performato + del 100% nei 5 anni tra il 2012 : 2017.

 

 

Per una visione della integrale della brochure clicca qui.

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Demo